EMERGENCY Live Support for Civil War Victims
Associazione umanitaria italiana per la cura e la riabilitazione delle vittime delle guerre e delle mine antiuomo
Coordinamento regionale dei gruppi di Alessandria-Casale, Arona, Asti, Biella, Borgosesia, Cuneo, Lago d'Orta, Novara, Pinerolo, Savigliano, Torino, Verbania, Vercelli.

sito web: http://emergency.2you.it

LE NOSTRE ULTIME INIZIATIVE


Mer 20 Nov 2019
h. 11.00-12.30


Incontri nella Scuola Primaria


Incontro con la classe 5B della scuola Primaria Sangone dell'I.C. Nichelino 2 (Via Sangone 36, Nichelino).
Verrà presentato il progetto: ''Il mio nome non è rifugiato''.

Per Emergency e referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 18 Nov 2019
h. 10.45-12.25


Incontri nella Scuola Secondaria di I grado

Incontro con la classe III A della Scuola secondaria di I grado dell'I.C. Rodari di Brandizzo (Via Alba, 10 - Brandizzo)
Verrà presentato il progetto: La guerra è solo vittime.
Per Emergency : Ernesto
Referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Ven 15 Nov 2019
h. 14.30-16.00


Incontri nella Scuola Primaria


Incontro con la classe 3° F della scuola Primaria dell'I. C. Pacinotti, Via Fossano 16 - Torino. Verrà presentato il progetto: '' L'albero Incantato''.

Per Emergency : Alessandra
Referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 14 Nov 2019
h. 18:30
ANNULLATO - Cercavo la fine del mare - Martina Castigliani per Parole di Pace
Incontro con l'autrice del libro: Cercavo la fine del mare. Storie migranti raccontate dai disegni dei bambini.
Infopoint Emergency Torino - Corso Valdocco 3.
ANNULLATO E RIMANDATO AL 2020
Che si tratti di uomini o bambini, di siriani, curdi, afgani o iracheni, non c'è alcuna differenza: quando i migranti devono disegnare la loro storia, quasi tutti scelgono il pennarello colore blu del mare o rosso del sangue.

Le immagini dei migranti in arrivo su barconi e gommoni in procinto di affondare hanno ormai saturato i telegiornali e forse anche le nostre coscienze. Cercavo la fine del mare, nato dall'esperienza di volontariato della giornalista Martina Castigliani nei centri d'accoglienza della Grecia, affronta invece una realtà che andava narrata e lo fa per la prima volta tramite i disegni dei bambini.
Là dove la parola non riesce a stabilire un contatto riescono le immagini, quelle tracciate da piccole mani che testimoniano di atrocità e situazioni inimmaginabili.
Il risultato è una testimonianza rarissima, che restituisce le vicende di coloro che cercano la libertà e la salvezza: persone che altrimenti rischierebbero di rimanere fantasmi a causa dell'indifferenza delle istituzioni e di parte dell'opinione pubblica. Questo il caso di Mleka e Rava (11 anni), che disegnano le facce degli ''uomini con la barba'' a caccia di persone da uccidere nella loro città natale; o ancora di Dlônan (8 anni), che traccia il mare infinito e la barca dove si è nascosto tra le braccia del padre, aspettando la fine della fuga dall'inferno. Un libro unico, che non dimentica di dar voce anche al popolo greco, ''tradito dall'Europa'', ma ancora in grado di un'immensa umanità, come testimonia il caso del farmacista Elias.
Martina Castigliani, giornalista del ''Fatto Quotidiano'', ha scritto anche per ''Libération''. Nel 2018 ha vinto i premi Franco Giustolisi e Tania Passa per un'inchiesta sulle ragazze che scappano dalle nozze forzate in Italia, pubblicata sul mensile ''FQ MillenniuM''.

Un programma di incontri aperto a tutti per un confronto diretto con persone che hanno pensato, scritto e vissuto esperienze di guerra, di resistenza, di affermazione di diritti e di legalità. Raccontate ogni volta con parole diverse, parole di pace.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 14 Nov 2019
9.00-10.30


Incontri nelle Scuola Primaria


Incontro con la classe 3° B della scuola Primaria ''Allievo'', Via Vibò 62 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Mago Linguaggio e le parole a capocchia''

Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 14 Nov 2019
h. 10.45-12.15


Incontri nelle Scuola Primaria


Incontro con la classe 3° A della scuola Primaria ''Allievo'', Via Vibò 62 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Mago Linguaggio e le parole a capocchia''

Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mer 13 Nov 2019
h. 11.00-12.30


Incontri nella Scuola Primaria

Incontro con la classe 5A della scuola Primaria Sangone dell'I.C. Nichelino 2 (Via Sangone 36, Nichelino).
Verrà presentato il progetto: ''Il mio nome non è rifugiato''.

Per Emergency e referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mar 12 Nov 2019
9.00-10.30


Incontri nelle Scuola Primaria
Incontro con la classe 5° E della scuola Primaria ''Franchetti'', Via Randaccio 60 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Il mio nome non è rifugiato''
Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mar 12 Nov 2019
h. 10.45-12.15


Incontri nelle Scuola Primaria

Incontro con la classe 5° F della scuola Primaria ''Franchetti'', Via Randaccio 60 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Il mio nome non è rifugiato''

Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 11 Nov 2019
19:30
YOGA CON EMERGENCY - Sii come vuoi che il mondo sia
YOGA CON EMERGENCY - Sii come vuoi che il mondo sia
Infopoint Emergency Torino: Corso Valdocco 3 - Torino

«In un mondo sempre più interconnesso, pensare di trincerarci dietro a muri e conflitti, è anacronistico, ed è già costato milioni di vite. Dobbiamo riuscire a vivere con gli altri ''in spirito di fratellanza'', non possiamo ignorare le sofferenze dei più deboli e dei più poveri. Non è negando diritti ad altre persone che riusciremo a difendere i nostri» (Gino Strada).
Prendendo spunto da queste parole di Gino Strada e dopo l'ultima edizione di Torino Spiritualità 2018 continua la collaborazione fra un gruppo di insegnanti yoga ed Emergency con la proposta di un incontro mensile di pratica yoga presso l'Infopoint Emergency.
Come insegnanti yoga crediamo sia importante sostenere l'attività di organizzazioni che promuovono la fratellanza e la pace con azioni di cura, di solidarietà e di sostegno alle popolazioni in guerra e in condizioni di povertà. Coltivare la pace interiore è la proposta della pratica Yoga per dare voce allo spirito di rivolta che anziché promuovere un comportamento cinico e indifferente può fare dell?individuo il vettore di trasformazione della storia e della società come portatore di fratellanza e di pace. La scienza dello Yoga non può essere limitata unicamente a qualche esercizio fisico e di concentrazione, è invece il sentiero della rivoluzione interiore che converte l'essere umano da separato e frammentato a completo, interconnesso e unito con tutti gli altri esseri e con il mondo.
Come diceva Gandhi ''Sii come vuoi che il mondo sia'', per questo ci siamo e diciamo si alla pace attraverso la pratica yoga.

Pratica condotta da Carola Ripamonti

Abbigliamento comodo e materassino personale
Offerta libera
Necessaria la prenotazione allo 011.454.64.56 - prenotazioni@emergencypiemonte.it
numero massimo partecipanti: 20

RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 11 Nov 2019
h. 14.30-16.00


Incontri nella Scuola Primaria

Incontro con la classe 3° E della scuola Primaria dell'I. C. Pacinotti, Via Fossano 16 - Torino. Verrà presentato il progetto: '' L'albero Incantato''.

Per Emergency: Alessandra
Referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 9 Nov 2019
h. 15:00
Marco Aime ed Emergency al Potere delle parole
Fondo Tullio De Mauro - Rete Italiana di Cultura Popolare - Via Arsenale 27 scala E, Torino

Marco Aime e Michela Paschetto di Emergency saranno al Fondo Tullio De Mauro per il Potere delle Parole. Parleranno del senso della parola ''cura'' e ''comunità''.
Prima, Chiara Saraceno, presidente della Rete Italiana di Cultura Popolare e Silvana Ferreri, Università della Tuscia, parleranno del primo volume del ''Dizionario che cura le parole''.

Marco Aime è antropologo e scrittore. Insegna Antropologia culturale all'Università di Genova ed è autore di numerosi libri tra cui Contro il razzismo (Einaudi, 2016, con Guido Barbujani, Clelia Bartoli e Federico Faloppa), Invecchiano solo gli altri (Einaudi, 2017, con Luca Borzani) e Il soffio degli antenati (Einaudi, 2017). Nel 2019 ha pubblicato Comunità (Il Mulino).

Michela Paschetto, infermiera. Dopo qualche esperienza negli ospedali italiani, lascia il paese per partire con EMERGENCY in Afghanistan. Lì lavora sette anni come coordinatrice medica negli centri chirurgici per vittime di guerra all'interno dei reparti di pediatria e maternità. Nel 2017, durante la battaglia di Mosul, si trasferisce in Iraq dove EMERGENCY ha attivo l'ospedale chirurgico per vittime di guerra di Erbil. Pochi mesi dopo rientra in Italia per entrare nel coordinamento della divisione medica di EMERGENCY.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Ven 8 Nov 2019
9.00-11.00


Incontri nella Scuola Secondaria di II grado

Incontro con la classe IV DS della Scuola Secondaria di II Grado ''A. Einstein'', Via Pacino 28 - Torino.
Verrà presentato il progetto: '' Programma Italia''



Per Emergency : Renato
Referente: Chiara Manueddu

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 7 Nov 2019
9.00-10.30


Incontri nelle Scuola Primaria
Incontro con la classe 3° E della scuola Primaria ''Franchetti'', Via Randaccio 60 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Il mio nome non è rifugiato''
Per Emergency: Chiara
Referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 7 Nov 2019
h. 10.45-12.15


Incontri nelle Scuola Primaria

Incontro con la classe 4° E della scuola Primaria ''Franchetti'', Via Randaccio 60 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Il mio nome non è rifugiato''

Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mer 6 Nov 2019
9.00-10.30


Incontri nelle Scuola Primaria

Incontro con la classe 3° C della scuola Primaria ''Allievo'', Via Vibò 62 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Mago Linguaggio e le parole a capocchia''

Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mer 6 Nov 2019
h. 10.45-12.15


Incontri nelle Scuola Primaria


Incontro con la classe 3° D della scuola Primaria ''Allievo'', Via Vibò 62 - Torino. Verrà presentato il progetto: ''Mago Linguaggio e le parole a capocchia''

Per Emergency e referente: Chiara 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mar 5 Nov 2019
h. 18:30
YOGA DELLA RISATA: strumento di pace
Infopoint Emergency Torino: Corso Valdocco 3 - Torino

La metodologia Laughter Yoga è basata su una combinazione di esercizi di respirazione profonda derivati dalla pratica Yoga e di esercizi che servono a stimolare la Risata, insieme ossigenano corpo e cervello donandoci una nuova condizione di ''Star Bene''. Il gruppo che si forma è costituito da persone che spesso s'incontrano per la prima volta e che, anche solo per un'ora, possono stabilire una relazione di condivisione e di serenità. E poi magari ci si incontra nuovamente il mese successivo...
VIENI A VIVERNE TUTTI I BENEFICI E SCOPRIRE LO SPIRITO INTERIORE DELLA RISATA.

Offerta libera
POSTI LIMITATI (Numero massimo partecipanti: 30)
Necessaria prenotazione allo 011.454.64.56 - prenotazioni@emergencypiemonte.it

Docente: Alessandro Benetti
Life Skills Trainer, Personal Coach, Teacher Laughter Yoga University.
Nel 2008 ha fondato il centro medico fisioterapico Alchemia. Ideatore del percorso
di formazione e crescita LI.FE Liberamente Felice.
www.alessandrobenetti.com

RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 4 Nov 2019
h. 18:30
Training autogeno con Emergency
Training autogeno: Anna Piantanida.
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.
Le sedute intendono far sperimentare gli esercizi inferiori del Training Autogeno ideato da J.H.Schultz (esercizi del peso, del calore, del plesso solare, del ritmo cardiaco, del ritmo respiratorio e della fronte fresca) dopo una breve spiegazione del Training stesso e dei suoi elementi fondanti.
Questo rilassamento, se praticato costantenente, mette le persone nella possibilità di gestire momenti di recupero energetico, di distanziamento dalle preoccupazioni quotidiane, di positiva introversione con ascolto del proprio corpo e delle sue risorse. Il Training Autogeno è una tecnica di autogestione di ansie di moderata entità e fornisce un aiuto nei disturbi di origine psicosomatica.

Anna Piantanida è una psicologa psicoterapeuta con una formazione specifica nelle psicoterapie di rilassamento , formazione acquisita presso la Scuola Superione di Formazione in Psicoterapia di Cremona con tesi dal titolo '' Il Training Autogeno nella Scuola superiore'' nel 1985 e con esperienze specifiche in questa pratica sia in ambito privato che pubblico.

Per i partecipanti sono necessari uno stuoino su cui distendersi, è consigliabile una copertina per evitare sensazioni di freddo dato che il rilassamento avviene in uno stato di staticità.


RIF. GRUPPO DI TORINO

Mer 30 Ott 2019
h. 10.30-12.00


Incontri nella Scuola Primaria

Incontro con la classe 3° E della Scuola Primaria ''King 3'' dell'I.C. King - Mila'' (C.so Francia 377 - Torino)
Verrà presentato il progetto : '' Mago Linguaggio e le parole a capocchia''.




Per Emergency: Alessandra
Referente: Chiara Manueddu 3497406191

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mar 29 Ott 2019
h. 10:00-12:00
PRINCIPI ATTIVI CONTRO LA GUERRA
Scopri l'evento ''PRINCIPI ATTIVI CONTRO LA GUERRA''
Martedì 29 ottobre 2019, ore 10.00-12.00 diretta satellitare cinema
In questa IV edizione dell'evento parleremo coi ragazzi di conflitti e migrazioni, attraverso l'enunciazione di cinque principi attivi: conoscere la guerra, affermare l'uguaglianza, informarsi e combattere il linguaggio dell'odio, coltivare la memoria e la bellezza.
Sono aperte le iscrizioni a PRINCIPI ATTIVI CONTRO LA GUERRA, l'evento live annuale di EMERGENCY per gli studenti delle scuole secondarie di II grado, condotto da Camila Raznovich. Martedì 29 ottobre, con Gino Strada, chirurgo e fondatore di EMERGENCY, Rossella Miccio, presidente dell'associazione, e altri ospiti parleremo coi ragazzi di conflitti e migrazioni, attraverso l'enunciazione di cinque principi attivi: conoscere la guerra, affermare l'uguaglianza, informarsi e combattere il linguaggio dell'odio, coltivare la memoria e la bellezza.

Insieme a Gino Strada e Rossella Miccio, interverranno la dottoressa Cristina Cattaneo, professore ordinario di medicina legale all'Università Statale di Milano e direttrice del Labanof, che combatte per dare un'identità ai morti nel Mediterraneo; Matteo Villa, ricercatore del programma Migrazioni dell'ISPI ed esperto di politiche europee, e Omaid Sharifi degli ArtLords, un collettivo di street-artist di Kabul che parla alla città in guerra attraverso i graffiti.
I principi attivi per EMERGENCY sono metafora dei principi su cui si fonda la società civile, e vanno continuamente affermati ed estesi a tutti i membri che ne fanno parte. Sono anche esempi concreti di vite, pratiche e pensieri resistenti; e sono, specialmente, modi che hanno i ragazzi, anche alla loro età, di impegnarsi nella società civile.




Gli Istituti che hanno effettuato la preiscrizione, riceveranno un'e-mail dalla segreteria organizzativa con le indicazioni e il codice per il perfezionamento dell'ISCRIZIONE.

Per info: livescuole@unisona.it

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 26 Ott 2019
h. 10:00 - 12:30
Crea il tuo halloween - Laboratorio per bambini
DA EMERGENCY CON ALLEGRIA E UN QUADRETTO DA PAURA!
Laboratorio per bambini con Rusin, per disegnare, ritagliare e incollare un simpatico quadretto pauroso.
Emergency Infopoint: Corso Valdocco 3, Torino.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 24 Ott 2019
h. 18:30
Fawad e Raufi. Dall'Indu Kush alle Alpi - Parole di Pace
Emergency Infopoint - Corso Valdocco 3.

Presentazione e dialogo con Fawad e Raufi, autore del libro Dall'Indu Kush alle Alpi. Viaggio di un giovane afghano verso la libertà, ZeL Edizioni, Piazzola sul Brenta (PD).
Nato nel 1991 a Kabul, in Aghanistan, dove si è laureato e faceva l'insegnante. A sedici anni si è innamorato dei libri e ha iniziato a scrivere poesie, romanzi, racconti di vita vissuta. Con la penna, sua fedele compagna, dipinge i suoi pensieri. Scrivere è la sua vita.
Dal 2016 vive in Italia.
Prova a sentire la mancanza di tante cose nella tua vita e questa mancanza ti costringerà a fare ciò che nessuno può immaginare, a me manca solo una cosa, così sono vagabondo della vita, a te che mancano tante cose, cosa vorresti fare?
Fawad e Raufi è nato in una città devastata da una guerra infinita, dove ogni minuto potrebbe essere l'ultimo. Ha respirato - a ogni attentato, a ogni bombardamento - inquietudine e paura. E un giorno, come migliaia di altri giovani dell'Afghanistan, ha deciso di partire. Affidando soldi e speranze a quella rete di mercanti di uomini che assicura ai migranti un illusorio ''viaggio tranquillo''. Sono stati invece mesi terribili, quelli che Fawad racconta in questo libro-verità, pieni di amarezza e dolore, ma anche di speranza. Fino al sofferto arrivo in un Paese dove oggi può ammirare montagne molto diverse da quelle di Kabul, ma altrettanto belle. Perché hanno il sapore della libertà.


PAROLE DI PACE. UN PROGRAMMA DI INCONTRI aperto a tutti per un confronto diretto con persone che hanno pensato, scritto e vissuto esperienze di guerra, di resistenza, di affermazione di diritti e di legalità.
Raccontate ogni volta con parole diverse, parole di pace.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 21 Ott 2019
h. 18:30
Training autogeno con Emergency
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.
Le sedute intendono far sperimentare gli esercizi inferiori del Training Autogeno ideato da J.H.Schultz ( esercizi del peso, del calore, del plesso solare, del ritmo cardiaco, del ritmo respiratorio e della fronte fresca) dopo una breve spiegazione del Training stesso e dei suoi elementi fondanti.
Questo rilassamento, se praticato costantenente, mette le persone nella possibilità di gestire momenti di recupero energetico, di distanziamento dalle preoccupazioni quotidiane, di positiva introversione con ascolto del proprio corpo e delle sue risorse. Il Training Autogeno è una tecnica di autogestione di ansie di moderata entità e fornisce un aiuto nei disturbi di origine psicosomatica.

Anna Piantanida è una psicologa psicoterapeuta con una formazione specifica nelle psicoterapie di rilassamento , formazione acquisita presso la Scuola Superione di Formazione in Psicoterapia di Cremona con tesi dal titolo '' Il Training Autogeno nella Scuola superiore'' nel 1985 e con esperienze specifiche in questa pratica sia in ambito privato che pubblico.

Per i partecipanti sono necessari uno stuoino su cui distendersi, è consigliabile una copertina per evitare sensazioni di freddo dato che il rilassamento avviene in uno stato di staticità.
Necessaria la prenotazione allo 011.454.64.56 - prenotazioni@emergencypiemonte.it


RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 14 Ott 2019
19:30
YOGA CON EMERGENCY - Sii come vuoi che il mondo sia
YOGA CON EMERGENCY - Sii come vuoi che il mondo sia
Infopoint Emergency Torino: Corso Valdocco 3 - Torino

«In un mondo sempre più interconnesso, pensare di trincerarci dietro a muri e conflitti, è anacronistico, ed è già costato milioni di vite. Dobbiamo riuscire a vivere con gli altri ''in spirito di fratellanza'', non possiamo ignorare le sofferenze dei più deboli e dei più poveri. Non è negando diritti ad altre persone che riusciremo a difendere i nostri» (Gino Strada).
Prendendo spunto da queste parole di Gino Strada e dopo l'ultima edizione di Torino Spiritualità 2018 continua la collaborazione fra un gruppo di insegnanti yoga ed Emergency con la proposta di un incontro mensile di pratica yoga presso l'Infopoint Emergency.
Come insegnanti yoga crediamo sia importante sostenere l'attività di organizzazioni che promuovono la fratellanza e la pace con azioni di cura, di solidarietà e di sostegno alle popolazioni in guerra e in condizioni di povertà. Coltivare la pace interiore è la proposta della pratica Yoga per dare voce allo spirito di rivolta che anziché promuovere un comportamento cinico e indifferente può fare dell?individuo il vettore di trasformazione della storia e della società come portatore di fratellanza e di pace. La scienza dello Yoga non può essere limitata unicamente a qualche esercizio fisico e di concentrazione, è invece il sentiero della rivoluzione interiore che converte l'essere umano da separato e frammentato a completo, interconnesso e unito con tutti gli altri esseri e con il mondo.
Come diceva Gandhi ''Sii come vuoi che il mondo sia'', per questo ci siamo e diciamo si alla pace attraverso la pratica yoga.

Pratica condotta da Elena Borda

Abbigliamento comodo e materassino personale
Offerta libera
Necessaria la prenotazione allo 011.454.64.56 - prenotazioni@emergencypiemonte.it
numero massimo partecipanti: 20

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 5 Ott 2019
h. 10:00 - 18:00
GIORNATA NAZIONALE TESSERAMENTO 2020 - Diritti sempre
Torino, Via Garibaldi angolo Corso Valdocco.
Emergency Infopoint, Corso Valdocco 3.

DIRITTI, SEMPRE.
Sostieni EMERGENCY e il diritto alla cura per tutti, senza discriminazioni.
Sabato 5 e domenica 6 ottobre fai la tua tessera 2020 di EMERGENCY,
in tante piazze italiane.

Sabato 5 e domenica 6 ottobre, in occasione della Campagna Tessera 2020, potrai scegliere di stare con EMERGENCY dalla parte dei diritti umani. I volontari di EMERGENCY ti aspettano in numerose piazze italiane per raccontarti come potrai sostenere il nostro lavoro che, fino a oggi, ci ha permesso di curare oltre 10 milioni di persone.

Dal 1994, EMERGENCY ha offerto cure gratuite e di qualità, intervenendo in 18 Paesi. Perché la cura è un diritto di tutti, in pace e in guerra, nessuno escluso.

Fino a quando il diritto di ricevere cure gratuite ed efficaci non sarà garantito a ogni essere umano, non ci potrà essere giustizia, ma solo discriminazione. Perché è attraverso una pratica dei diritti che è possibile costruire una cultura della pace.

È per questo che, ogni giorno, i medici e gli infermieri di EMERGENCY curano le vittime della guerra in Afghanistan e in Iraq. Come i pazienti del Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale di EMERGENCY a Sulaimaniya, colpiti dalle operazioni militari di Mosul, che rischiano di diventare la nuova ''fascia vulnerabile'' della comunità irachena.
Ma anche le vittime della povertà, come tutti i bambini che, nonostante una malformazione al cuore, possono continuare a vivere grazie alle cure gratuite d'eccellenza ricevute nel Centro Salam di Khartoum, in Sudan.
È per riconoscere la dignità e il diritto alle cure di tutti gli esseri umani che EMERGENCY garantisce assistenza sanitaria di alta qualità in Africa dove milioni di persone non hanno accesso a cure chirurgiche.

EMERGENCY è presente anche in Italia, nella Piana di Gioia Tauro, a Castel Volturno, nella provincia di Latina, in quei luoghi dove ogni giorno tanti vivono e lavorano senza nessun diritto, gli ''invisibili''. Nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto EMERGENCY offre assistenza infermieristica e psicologica gratuita in un momento in cui le strutture sanitarie sono in difficoltà; in tante altre città italiane garantisce assistenza medica di base a chi non riesce ad accedere al servizio sanitario.
Per sottoscrivere la tessera di EMERGENCY basta una donazione minima di 12 euro fino a 25 anni, di 30 euro tra 26 e 64 anni, di 20 euro oltre i 65 anni. Quest'anno, inoltre, ci sarà la possibilità di regalare la tessera a un amico con una donazione di 30 euro, senza distinzione di età. I fondi raccolti andranno a sostegno degli ospedali e dei centri sanitari di EMERGENCY in Afghanistan, Iraq, Sierra Leone, Sudan, Uganda e Italia.

A Torino, i volontari di EMERGENCY saranno in Via Garibaldi angolo Corso Valdocco, dalle 10:00 alle 18:00 e all'Emergency Infopoint dalle 14:30 alle 19:00.

Sarà anche possibile sottoscrivere la tessera online sul sito: https://tessera.emergency.it.

La tessera di EMERGENCY 2020 dà diritto a ricevere la rivista trimestrale di EMERGENCY.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 5 Ott 2019
h. 10:30-13:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Laboratorio Il puzzle dei diritti: una partita al Puzzle dei diritti per affermare l'uguaglianza dei diritti di tutti, a partire dall'esperienza di Emergency nel suo centro pediatrico di Mayo. Per nonni e bambini, a cura di Emergency
Centro Studi Sereno Regis - Via Garibaldi 13.
Scopo del gioco: abbinare le tessere con le immagini del tabellone e leggere il messaggio nascosto.
Il primo che termina le tessere vince. Per completare davvero il gioco c'è bisogno dell'aiuto di tutti; solo quando tutti i giocatori avranno terminato tutte le tessere si potrà scoprire il messaggio misterioso del puzzle dei diritti.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 5 Ott 2019
h. 14:30-17:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.
Laboratorio Le migrazioni ambientali, a cura di ASGI, Associazione di Studi Giuridici sull'immigrazione.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 5 Ott 2019
h. 18:00 - 20:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Conferenza Diritti annegati: profili giuridici di diritto interno e internazionale sui doveri di recupero e identificazione delle persone decedute durante la traversata del Mar Mediterraneo, a cura di ASGI
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Ven 4 Ott 2019
h. 16:00-18:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Conferenza: Tutela del patrimonio ambientale e culturale; pratiche di nonviolenza in Medio Oriente. L'esperienza del Mesopotamian Water Forum. A cura di Un ponte per...

Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Ven 4 Ott 2019
h. 18:00 - 20:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Proiezione video sull'inquinamento a Taranto. Presentazione del libro di Beatrice Ruscio, Legami di ferro. Lotte per la giustizia ambientale di qua e di là dell'oceano. A cura di Peacelink
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 3 Ott 2019
h. 16:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Inaugurazione mostra: Emergency Story. 25 anni: medicina, diritti e uguaglianza.
a cura dell'Ufficio comunicazione e ufficio grafico di Emergency.
Storia dei primi 25 anni di Emergency. 15 manifesti raccontano progetti e valori che dal 1994 ne guidano l'azione umanitaria: offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà e diffondere una cultura di pace e rispetto dei diritti umani.
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 3 Ott 2019
h. 18:00 - 20:00
Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Sala Gandhi, Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13.
Storia di una pallottola. La guerra è una bambina di sette anni con una pallottola in testa, in Afghanistan. Non è la prima e non sarà l'ultima:dopo quindici anni di guerra, le vittime civili continuano ad aumentare. Uno dei medici che ha cercato di curarla si ferma a guardare la pallottola: non si poteva far niente per fermarla, prima che finisse lì? Il viaggio di quella pallottola è uno spunto per allargare lo sguardo alla spirale della guerra. La guerra riguarda tutti noi, e non si può umanizzare: si può solo abolire.
In questo webdoc, la voce narrante di Valerio Mastandrea racconta i pensieri di chi, avendo vissuto gli ultimi quindici
anni di guerra, sa bene che l'unica verità della guerra è la tragedia delle vittime.
Interviene Roberto Maccaroni, infermiere di Emergency.
Roberto Maccaroni, ha lavorato con Emergency in Sierra Leone, Libia, Repubblica Centrafricana e Afghanistan e collabora con la ong per diffondere una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani attraverso incontri nelle scuole e conferenze. Ha scritto il libro Prometto che ritorno. Con Emergency in Africa e Afghanistan(Vydia Editore, 2018) ed è coautore del libro a fumetti Stagioni. Quattro storie

RIF. GRUPPO DI TORINO

da Mer 2 Ott 2019 a Sab 5 Ott 2019Festival della nonviolenza e della resistenza civile
Festival della nonviolenza e della resistenza civile

Quando l'ingiustizia diventa legge, la disobbedienza diventa dovere (Bertolt Brecht)


Crisi migratoria, crisi ambientale, guerre.
Questi tre processi sono tra loro strettamente collegati. Per esempio, è evidente che molti fenomeni migratori sono, da un lato, il frutto dei cambiamenti climatici che provocano siccità e inondazioni e che insieme ai processi di ''modernizzazione'' (costruzione di grandi opere, landgrabbing, sostituzione del naturale con l'artificiale), obbligano intere popolazioni a trasferirsi dal loro abituale contesto di vita; dall'altro molte migrazioni sono le conseguenze di guerre per il controllo geopolitico del mondo e per l'accaparramento delle risorse, che devastano intere regioni costringendo le popolazioni civili a cercare rifugio altrove.
In questo contesto la violenza e la violazione dei diritti umani, la chiusura nazionalistica fino alla xenofobia e al razzismo sono le strade che vengono individuate come le uniche possibili per garantire la sicurezza e la salvaguardia dei nostri privilegi.
Noi pensiamo invece che si possa costruire una cultura, una società, un modello di sviluppo diverso da quello fondato sul paradigma dominante della violenza e della guerra, della disuguaglianza e dello sfruttamento degli esseri umani e della natura
Di questo modello alternativo il Festival della nonviolenza e della resistenza civile intende offrire esempi concreti e passi praticabili di realizzazione, dando voce e mettendo in relazione tra loro diverse realtà, articolate in tre filoni: 1 - Per il rispetto dei diritti umani No a nazionalismi, chiusure, razzismi 2 - Per la protezione degli ecosistemi e la tutela delle comunità No all'estrattivismo, al degrado ambientale, alla manipolazione dei sistemi agricoli 3 - Per la pace di tutti i popoli No ad armamenti, violenze, imperialismi

Nel Festival saranno presentate esperienze diverse, ma caratterizzate dal comune denominatore della forza della nonviolenza, che si esprime attraverso l'uso corretto del potere di ciascuno: potere di dare o di sottrarre il proprio consenso; di collaborare o di non collaborare; di obbedire o di disobbedire a culture e pratiche disumanizzanti, anche quando esse si traducono in leggi
Come scriveva don Lorenzo Milani nella sua lettera ai giudici (30 ottobre 1965): <>

Tra i modi con cui operare per realizzare questo modello alternativo la lotta nonviolenta prevede perciò anche la disobbedienza civile.

Questo è lo spirito delle esperienze che il Festival vuole raccontare, ponendosi vari obiettivi:- far conoscere al pubblico, e mettere in relazione tra loro, gruppi di resistenti nonviolenti che operano su diversi ambiti; - offrire molteplici opportunità di coinvolgimento a chi desidera sostenere l'opzione nonviolenta e impegnarsi direttamente; porre le basi per la realizzazione - a breve termine - di momenti di formazione generale ai fondamenti teorici e alle metodologie concrete dell'azione nonviolenta. In questa rassegna dell'impegno dei resistenti / disobbedienti ci saranno momenti di analisi e confronto, presentazione di libri, laboratori partecipativi , proiezioni, letture e testimonianze, mostre e altre espressioni artistiche, presidi e flash mob, che si svolgeranno in diverse sedi;
il Centro Studi Sereno Regis, in via Garibaldi, 13
l'Infopoint di Emergency, corso Valdocco 3
Collegio Artigianelli, corso Palestro 14
Università degli Studi di Torino, Campus Luigi Einaudi, lungo Dora Siena 100/A
piazza Castello

http://serenoregis.org/evento/festival-della-nonviolenza-e-della-resistenza-civile/

RIF. GRUPPO DI TORINO

Dom 29 Set 2019
h. 17:00 - 19:30
Torino Spiritualità - Laboratorio: Non c'è notte senza un'alba
Emergency Infopoint Torino - Corso Valdocco 3.
Conducono Luca Streri, economista sociale e Dario Mandarano, formatore.
A cura di Movimento Mezzopieno, in collaborazione con Emergency Gruppo di Torino
Scrive Haruki Murakami: «quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato».
È proprio così: luce e tenebra non sono condizioni antitetiche, ma momenti integrati nell'itinerario di crescita di ciascuno. Per dare consistenza a questa consapevolezza, all'atto dell'iscrizione i partecipanti riceveranno l'indicazione di un ''passo'' da compiere individualmente, un piccolo impegno a cui tener fede per poi condividerne gli esiti durante il laboratorio e da qui, attraverso esercizi e strumenti teorici, lavorare insieme sui principi del reframing.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Dom 29 Set 2019
h. 15:30-18:30
Festival delle Migrazioni - Desk informativo Emergency
Festival delle Migrazioni - Seconda edizione 25 - 29 settembre 2019
Cinque giornate di spettacoli, concerti, incontri, workshop, convivialità intorno al tema delle migrazioni.
Scuola Holden (Genaral store), piazza Borgo Dora 49

15:30 DONNE E ISLAM: CORANO, DIRITTI E RIFORME
Cosa significa e quali scelte comporta essere una donna musulmana? Dialogo a più voci.
Fatima Lafram - attivista
Renata Pepicelli - esperta di questioni di genere, docente di Storia dei paesi islamici (Università di Pisa)
Sofia Scarano - dottoressa TSRM, Città delle Scienze e della Salute Molinette
Conduce Muna Khorzom - attivista, Liberamente consapevoli

17:30 L'OSTILITA' VERSO LE ONG, PERCHE'?
Riflessioni intorno alla delegittimazione e alla denigrazione delle ONG, con testimonianze dirette di volontari e operatori. Incontro organizzato in collaborazione con Arci Torino.
Alessandro Metz - armatore sociale di Mediterranea Saving Humans
Miguel Roldan Espinosa - pompiere volontario sulla nave Iuventa dell'ONG Jugen Rettet, testimonianze a cura di Carovane Migranti
Francesca Vallarino Gancia - Ass. Mamre
Conduce Murat Cinar - giornalista




Nel pomeriggio sarà possibile incontrare i volontari di Emergency presso il desk informativo e vivere un'esperienza immersiva negli ospedali in Afghanistan grazie ai visori in realtà aumentata.

Programma festival

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 28 Set 2019
h. 10:00-19:00
Festival delle Migrazioni - Desk informativo Emergency
Festival delle Migrazioni - Seconda edizione 25 - 29 settembre 2019
Cinque giornate di spettacoli, concerti, incontri, workshop, convivialità intorno al tema delle migrazioni.

Ore 10:30 IMMAGINARI DI COMUNITA'
Siamo capaci di praticare il concetto di comunità? Cosa significa e cosa comporta il riconoscimento dell'altro?
Proiezione di Sei tu quello giusto? di Andrea Deaglio (a cura di YEPP Porta Palazzo).
Marco Aime - antropologo, autore del testo Comunità
Sergio Durando - Ufficio Pastorale Migranti
Conduce Coly Souleymane socioeconomista e mediatore culturale.
Ore 13: LABORATORIO DI DANZATERAPIA
a cura dell'ASss. MAC


Nella giornata sarà possibile incontrare i volontari di Emergency presso il desk informativo e vivere un'esperienza immersiva negli ospedali in Afghanistan grazie ai visori in realtà aumentata.
Programma festival

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 26 Set 2019
h. 10,00
STUPIDO RISIKO - Spettacolo di Emergency sulle guerre
Scuola Holden - Piazza Borgo Dora 49 - Torino
Festival delle Migrazioni - Seconda edizione
Quale funzione può avere la Cultura in rapporto al contrastato tema della migrazione, in un periodo di rischiose derive razziste, se non quello di proporre un immaginario diverso, per dare significato e pratica a parole come convivenza, comunità, cura, diritto alla vita, inclusione, amore, desiderio, sogno, visione di futuro.
Stupidorisiko. Una geografia di Guerra è una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze.
Con Matteo Palazzo
Drammaturgia e Regia: Patrizia Pasqui
Produzione Emergency Ong Onlus
Il racconto, partendo dalla Prima Guerra Mondiale e passando per la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, arriva fino alle guerre dei giorni nostri. Episodi storicamente documentati e rappresentativi della guerra si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano e che rappresenta il soldato di oggi.
Lo spettacolo vuole raccontare in forma semplice e chiara - e, perché no, anche ironica - alcuni aspetti e avvenimenti della guerra e della sua tragicità, che spesso sono dimenticati o ignorati. Stupidorisiko. Una geografia di Guerra è nato dall'idea di vedere la guerra sotto degli aspetti attraverso cui non è mai stata raccontata: quello della parte delle vittime e quello della stupidità della guerra.


A seguire alle 11,30 l'incontro GUERRE e MOBILITÀ- Il rapporto tra i fenomeni migratori e le guerre, i cambiamenti climatici e i confini.
Intervengono: Abdullahi Ahmed - Emanuele Giordana giornalista - Nouhoum Traorè - Barbara Schiavulli giornalista di guerra.

Rivolto alle classi delle scuole Superiori - biennio e triennio. Intero 3,00 - Ridotto 1,00 Euro a studente.

Volontari di Emergency saranno presenti con desk informativo e visori 360° attraverso i quali vivere un'esperienza immersiva negli ospedali in Afghanistan.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mar 24 Set 2019
h. 18:00 - 20:00
PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL DELLA NON VIOLENZA E DELLA RESISTENZA CIVILE
Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13 - Sala Poli.
Il disarmo come aspetto strutturale della nonviolenza politica.
Incontro con Francesco Vignarca, coordinatore nazionale della Rete Italiana per il Disarmo. Piste di lavoro e campagne internazionali tra guerre, pace, ambiente, migrazioni.

Programma competo su:


http://serenoregis.org/evento/festival-della-nonviolenza-e-della-resistenza-civile/

RIF. GRUPPO DI TORINO

Dom 22 Set 2019
Dalle 10,00 alle 18,00
25° compleanno dell'Associazione Trekking Italia
Cascina Bert Pro Natura, Str. Antica di Revigliasco 77 - Torino.
Il programma prevede: due trek con partenza dal Castello del Valentino alle ore ore 9,00 per raggiungere con percorsi e difficoltà diverse la Cascina Bert.
In Cascina:
ore 10: lezione di pilates e risveglio muscolare (30 minuti);
ore 11: giochi a squadre e caccia al tesoro;
ore 12: lezione di zumba;
ore 13: pranzo con formula ''portiamo e mangiamo'' con condivisione del cibo. L'associazione offrirà una fetta di torta di compleanno: le offerte saranno devolute ad Emergency.
ore 15,30: altri giochi e Yoga della Risata (Condotto da Alessandro Benetti a offerta libera per Emergency)

I soci ed i simpatizzanti che intendano partecipare DEVONO comunicare la propria presenza al più presto:
E-mail: torino@trekkingitalia.org - Telefono: 011.324.82.65 dal martedì al venerdì.
Emergency sarà presente con un banchetto informativo.
Mail prenotazioni

RIF. GRUPPO DI TORINO

Gio 19 Set 2019
h. 18,30
Incontro con Marco Aime - Parole di Pace
Infopoint Emergency Torino - Corso Valdocco 3, Torino
Incontriamo Marco Aime e il suo nuovo libro: Comunità.
Come e quando la comunità ha smesso di essere il nostro orizzonte sociale e psicologico? Se la società urbano-industriale ha contribuito a indebolire relazioni e rituali depositari di una memoria condivisa, il colpo decisivo è arrivato dalla Rete, con le sue communities virtuali in cui velocità, tweet e like hanno sostituito qualità, conversazione, amicizia. In questa era dei non luoghi e dell'eterno presente, tuttavia, il bisogno di comunità resta. Da 25 anni Emergency mette in pratica la sua concreta idea di comunità, senza confini o bandiere, tramite cure di eccellenza e gratuite per oltre 10 milioni di persone.
Marco Aime insegna Antropologia culturale presso l'Università di Genova. Tra i suoi libri «Eccessi di culture» (2004) e «Contro il razzismo. Quattro ragionamenti» (2016), pubblicati da Einaudi, nonché «L'isola del non arrivo» (Bollati Boringhieri, 2018). Ha condotto ricerche in Africa occidentale (Benin, Mali) e sulle Alpi e ha compiuto numerosi viaggi in paesi come: Algeria, Libia, Tunisia, Marocco, Mauritania, Senegal, Mali, Burkina Faso, Benin, Togo, Ghana, Etiopia, Tanzania, R. D. del Congo, Botswana, Namibia, Sudafrica, Yemen, India, Nepal, Myanmar, Thailandia, Ecuador. Ha collaborato a 4 volumi per la collana Dialoghi sull'uomo - Utet. Ha vinto il Premio Chatwin e il Premio Albatros con il libro di racconti ''Taxi Brousse''.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 14 Set 2019
dalle 14,00 alle 18,00
7a Festa dello SPI CGIL AVIGLIANA
Piazzetta De Andrè, Avigliana (TO)

DAlle 14,00 alle 18,00 Emergency sarà presente con un banchetto informativo e la mostra sui 25 anni di Emergency.
Ore 17: Dibattito: L'EUROPA CHE SARÀ: SOLIDARIETÀ VERSO I POPOLI IN GUERRA E POVERTA'
Partecipano:
Daniele Viotti (Europarlamentare)
Anna Bifani e Mariagrazia Luzzini (Per Emergency)
Fausto Durante (Responsabile Politiche Europee INT CGIL)
Andrea Archinà (Sindaco Di Avigliana)
Moderatore: Gino Crestini (Segretario Generale SPI CGIL Torino)

RIF. GRUPPO DI TORINO

Ven 13 Set 2019
h. 18:30
INCONTRO CON MANI DI MAMMA - Copertine per Anabah
Emergency Infopoint Torino, Corso Valdocco 3.

Il gruppo di Torino di Mani di Mamma consegnerà a Emergency tante belle copertine per neonati destinate al Centro di Maternità di Emergency ad Anabah, in Afghanistan.
All'incontro parteciperà Anna Bifani, fisioterapista che racconterà della sua esperienza nell'ospedale di Emergency.

Mani di Mamma è formata da volontarie che lavorano a maglia con la finalità di donare corredini, cappellini e copertine lavorati in pura lana merinos ai neonati ricoverati delle terapie intensive neonatali, ai prematuri e ai neonati a termine con patologie. Collaborano con circa 50 ospedali in tutta Italia, dalla Valle d'Aosta alla Sicilia (per un totale di circa 750 culle), e ai gruppi appartengono centinaia di volontarie.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mer 11 Set 2019
19.30
INCONTRO DI ACCOGLIENZA PER NUOVI VOLONTARI
Incontro per nuovi volontari @ Emergency Infopoint di Corso Valdocco 3
Dalle 19,30 alle 20,30: cena condivisa per conoscerci in maniera informale
Dalle 20,30: parleremo di come funziona Emergency e cosa fanno i volontari, sia a livello nazionale sia in particolare nella realtà torinese.

RIF. GRUPPO DI TORINO

Sab 22 Giu 2019
h. 20,00
Skonvolts in concerto con cena in rosso
Cascina Govean - Via Marconi 44/b Alpignano (TO)

Ore 20, cena in rosso: Aperitivo di Benvenuto, Antipasti: Prosciutto crudo e melone, Flan di Verdure di stagione con crema di Parmigiano, Primo: Risotto con crema di peperoni e caprino, Secondo: Lonza di maiale alla birra con contorno di patate al forno e insalata, Dolce: Bonet, Bevande: acqua e vino.
Menù bimbi: Pasta al sugo/bianca, cotoletta di pollo e patate al forno
Prezzo ad adulto Euro 22 (di cui 5 a Emergency)
Prezzo bambini Euro 10 (di cui 2 a Emergency)

Ore 21,30 Concerto Skonvolts (Ingresso a offerta libera)

Il ricavato della serata sarà destinato al Centro di Maternità di Emergency ad Anabah in Afghanistan

Info e prenotazioni:
Tel. 335.624.90.07
oppure 011.454.6456 (dal martedì al venerdì dalle 14,00 alle 19,00)


RIF. GRUPPO DI TORINO

da Mar 18 Giu 2019 a Mer 19 Giu 2019
dalle 17:00 alle 19:00
VR Free, film in 360 di Milad Tangshir
Emergency Infopoint, corso Valdocco 3, Torino
In collaborazione con l'Associazione Museo Nazionale del Cinema.

VR Free (We Are Free) è un documentario creativo girato con riprese 360.
Il film indaga la vita, gli spazi - e il modo di percepire il tempo e l'habitat - di detenuti presso la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno.

La tecnologia utilizzata permetterà allo spettatore di esplorarli. Per contrastare la deprivazione affettiva, ai detenuti sarà data la possibilità, viceversa, attraverso dei visori di realtà virtuale, di rivivere alcuni momenti della loro quotidianità che, a causa della condizione detentiva, non possono più esperire: saranno loro mostrate, a titolo di esempio, riprese del Parco del Valentino una domenica pomeriggio in primavera, il salotto della loro casa con i familiari, una partita allo stadio e così via, testimonieremo le loro reazioni, in di fronte a questa, potremmo chiamarla, liberazione virtuale.
VR Free è un progetto cinematografico 360 e un esperimento di realtà aumentata. Rappresenta il tentativo di sfruttare il potenziale dei nuovi strumenti offerti dall'evoluzione tecnologica incanalandoli in una forma narrativa e drammatica nuova.

Il montaggio e il design del suono offriranno un'intensa esperienza pienamente cinematografica. La realtà aumentata è in una fase di transizione e gli autori e gli artisti che la utilizzano hanno il dovere di dare profondità alla storia che raccontano.
Sperimentando attraverso l'esperienza dello spazio, della prospettiva e dei punti di vista, l'ambizione è quella di aumentare la comprensione e l'empatia del pubblico rispetto alle condizioni detentive. Il mezzo utilizzato inoltre attiva un processo di partecipazione dei soggetti detenuti che potranno sotto supervisione degli agenti penitenziari e degli autori filmare alcune riprese in soggettiva degli spazi detentivi che abitano.


Per info e prenotazioni visioni dei frammenti del film:
tel.: 339 567 5026
mail: liberazioni.torino@gmail.com

RIF. GRUPPO DI TORINO

da Mar 11 Giu 2019 a Mer 12 Giu 2019
dalle 17:00 alle 19:00
VR Free, film in 360 di Milad Tangshir
Emergency Infopoint, corso Valdocco 3, Torino
In collaborazione con l'Associazione Museo Nazionale del Cinema.

VR Free (We Are Free) è un documentario creativo girato con riprese 360.
Il film indaga la vita, gli spazi - e il modo di percepire il tempo e l'habitat - di detenuti presso la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno.

La tecnologia utilizzata permetterà allo spettatore di esplorarli. Per contrastare la deprivazione affettiva, ai detenuti sarà data la possibilità, viceversa, attraverso dei visori di realtà virtuale, di rivivere alcuni momenti della loro quotidianità che, a causa della condizione detentiva, non possono più esperire: saranno loro mostrate, a titolo di esempio, riprese del Parco del Valentino una domenica pomeriggio in primavera, il salotto della loro casa con i familiari, una partita allo stadio e così via, testimonieremo le loro reazioni, in di fronte a questa, potremmo chiamarla, liberazione virtuale.
VR Free è un progetto cinematografico 360 e un esperimento di realtà aumentata. Rappresenta il tentativo di sfruttare il potenziale dei nuovi strumenti offerti dall'evoluzione tecnologica incanalandoli in una forma narrativa e drammatica nuova.

Il montaggio e il design del suono offriranno un'intensa esperienza pienamente cinematografica. La realtà aumentata è in una fase di transizione e gli autori e gli artisti che la utilizzano hanno il dovere di dare profondità alla storia che raccontano.
Sperimentando attraverso l'esperienza dello spazio, della prospettiva e dei punti di vista, l'ambizione è quella di aumentare la comprensione e l'empatia del pubblico rispetto alle condizioni detentive. Il mezzo utilizzato inoltre attiva un processo di partecipazione dei soggetti detenuti che potranno sotto supervisione degli agenti penitenziari e degli autori filmare alcune riprese in soggettiva degli spazi detentivi che abitano.


Per info e prenotazioni visioni dei frammenti del film:
tel.: 339 567 5026
mail: liberazioni.torino@gmail.com

RIF. GRUPPO DI TORINO

Lun 10 Giu 2019
19,30
YOGA CON EMERGENCY - Sii come vuoi che il mondo sia
Infopoint Emergency Torino: Corso Valdocco 3 - Torino

«In un mondo sempre più interconnesso, pensare di trincerarci dietro a muri e conflitti, è anacronistico, ed è già costato milioni di vite. Dobbiamo riuscire a vivere con gli altri ''in spirito di fratellanza'', non possiamo ignorare le sofferenze dei più deboli e dei più poveri. Non è negando diritti ad altre persone che riusciremo a difendere i nostri» (Gino Strada).
Prendendo spunto da queste parole di Gino Strada e dopo l'ultima edizione di Torino Spiritualità 2018 continua la collaborazione fra un gruppo di insegnanti yoga ed Emergency con la proposta di un incontro mensile di pratica yoga presso l'Infopoint Emergency.
Come insegnanti yoga crediamo sia importante sostenere l'attività di organizzazioni che promuovono la fratellanza e la pace con azioni di cura, di solidarietà e di sostegno alle popolazioni in guerra e in condizioni di povertà. Coltivare la pace interiore è la proposta della pratica Yoga per dare voce allo spirito di rivolta che anziché promuovere un comportamento cinico e indifferente può fare dell?individuo il vettore di trasformazione della storia e della società come portatore di fratellanza e di pace. La scienza dello Yoga non può essere limitata unicamente a qualche esercizio fisico e di concentrazione, è invece il sentiero della rivoluzione interiore che converte l'essere umano da separato e frammentato a completo, interconnesso e unito con tutti gli altri esseri e con il mondo.
Come diceva Gandhi ''Sii come vuoi che il mondo sia'', per questo ci siamo e diciamo si alla pace attraverso la pratica yoga.


Pratica condotta da Angela Swidinsky

Abbigliamento comodo e materassino personale
Offerta libera
Necessaria la prenotazione allo 011.454.64.56 - numero massimo partecipanti: 20
Prenotazioni e-mail

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mer 5 Giu 2019
8:55 - 10:40


Emergency nella Scuola Secondaria
Incontro con la classe 3G, IC Martiri della Resistenza, Scuola secondaria di I grado, Via J.F. Kennedy 40, Nichelino.
Verrà presentato il progetto: La guerra è solo vittime.


Per Emergency : Renato

RIF. GRUPPO DI TORINO

Mar 4 Giu 2019
h. 18,30
YOGA DELLA RISATA: strumento di pace
Infopoint Emergency Torino: Corso Valdocco 3 - Torino

La metodologia Laughter Yoga è basata su una combinazione di esercizi di respirazione profonda derivati dalla pratica Yoga e di esercizi che servono a stimolare la Risata, insieme ossigenano corpo e cervello donandoci una nuova condizione di ''Star Bene''. Il gruppo che si forma è costituito da persone che spesso s'incontrano per la prima volta e che, anche solo per un'ora, possono stabilire una relazione di condivisione e di serenità. E poi magari ci si incontra nuovamente il mese successivo...
VIENI A VIVERNE TUTTI I BENEFICI E SCOPRIRE LO SPIRITO INTERIORE DELLA RISATA.

Offerta libera
POSTI LIMITATI (Numero massimo partecipanti: 30)
Necessaria prenotazione allo 011.454.64.56

Docente: Alessandro Benetti
Life Skills Trainer, Personal Coach, Teacher Laughter Yoga University.
Nel 2008 ha fondato il centro medico fisioterapico Alchemia. Ideatore del percorso di formazione e crescita LI.FE Liberamente Felice.
Prenotazioni e-mail
Alessandro Benetti

RIF. GRUPPO DI TORINO


Vai alla pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 avanti

22/11/2019 09:07